Articolo 34 – Norme finali di coordinamento e di rinvio

Articolo 34 – Norme finali di coordinamento e di rinvio

Per la regolazione degli aspetti non previsti in questo Statuto, si applicano le norme del Codice civile e le norme di legge vigenti in materia.

Norme transitorie.

I – Sino alla celebrazione del primo Congresso Nazionale, il Presidente è dotato di tutti i poteri per adottare con atto pubblico ogni modifica statutaria che si rendesse necessaria per l’ottemperanza ad obblighi di legge, con particolare riferimento alle ulteriori modifiche che si renderanno necessarie – su richiesta della Commissione di garanzia degli statuti e per la trasparenza e il controllo dei rendiconti dei partiti politici – per l’iscrizione del Partito degli Europei e dei Liberali al registro dei partiti politici previsto dal d.l. 28/12/2013 n. 149 convertito in legge n. 13 del 21/02/2014.

II – Sino alla celebrazione del primo Congresso Nazionale ogni cooptazione negli organi nazionali è affidata al comitato promotore nazionale su proposta del Presidente Nazionale d’intesa con il Vice Presidente vicario

III – Sino alla celebrazione delle prime Assemblee Regionali la nomina degli organi regionali è affidata al comitato promotore nazionale su proposta del Presidente Nazionale d’intesa con il Vice Presidente vicario.

IV – Sino alla celebrazione delle prime Assemblee Provinciali la nomina degli organi provinciali è affidata al comitato promotore nazionale su proposta del Presidente Nazionale d’intesa con il Vice Presidente vicario.

Ai fini della vigente normativa sulla “disciplina antiriciclaggio” pubblicata con il Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 3 febbraio 2006 n. 141, previsto dall’articolo 3 comma 2 e dall’articolo 8 comma 4, del D.Lgs. 20 febbraio 2004 n. 56 recante l’attuazione della direttiva 2001/97/CE, le parti mi esibiscono idoneo documento di riconoscimento.