Articolo 4 – Diritti e doveri degli iscritti

Articolo 4 – Diritti e doveri degli iscritti

Ciascun iscritto al Partito degli Europei e dei Liberali ha diritto di:

a) Partecipare attivamente alla vita del partito, contribuendo alla formazione della proposta politica, alla determinazione del suo indirizzo e della sua attuazione;

b) candidarsi, ovvero di poter essere designato o nominato a cariche interne del Partito degli Europei e dei Liberali secondo le norme dello Statuto e le disposizioni regolamentari;

c) conoscere le determinazioni dei gruppi dirigenti ed avere accesso a tutti gli aspetti della vita democratica interna;

d) proporre la propria candidatura nelle liste elettorali ad ogni livello territoriale;

e) vedere garantito il rispetto della vita privata e la protezione dei dati personali ai sensi della vigente normativa e, in particolare, nel rispetto delle prescrizioni del Regolamento UE 2016/679, del d.Lgs. 196/2003 come modificato dal D.lgs 101/2018 e dei provvedimenti del Garante per la protezione dei dati personali n. 107 del 6/3/2014 e n.146 del 5 giugno 2019.

f) ricorrere al Collegio dei Probiviri qualora si ritengano violate le norme del presente Statuto.

Ogni iscritto ha il dovere di:

– osservare il presente statuto, i regolamenti e i deliberati degli organi;

– tenere una irreprensibile condotta morale in tutte le attività politiche;

– tenere nei confronti degli altri iscritti un comportamento leale e corretto, con il massimo rispetto della dignità e della personalità di ciascun iscritto;

– aderire ai gruppi del Partito degli Europei e dei Liberali nelle assemblee elettive di cui faccia parte,

– concorrere a sostenere l’attività del Partito degli Europei e dei Liberali; in particolare, gli eletti ad ogni livello e gli amministratori, hanno il dovere di versare la quota stabilita;

– contribuire alla discussione, alla elaborazione delle proposte e all’iniziativa politica;

– favorire l’ampliamento delle adesioni al partito;

– avere particolare riguardo alla tutela delle minoranze.